Oltre le parole, la vera abilità di un traduttore

Nascoste nel profondo di quasi tutte le professioni, ci sono alcune verità che sono universalmente comprese e accettate.

Per millenni, ad esempio, si è pensato che il corpo umano potesse essere curato per mezzo di alchimie e rituali occulti. Pratiche magiche, per di più, accessibili esclusivamente ad una ristretta cerchia di prescelti. È il caso tipico dei druidi celtici, delle loro pozioni e dei loro incantesimi.

Uno scenario mistico, ovviamente scartato dalla storia, che ha lasciato spazio alla “vera” professione medica, riconosciuta in tutta la sua scientificità.

Una “trasformazione” simile non è avvenuta nell’ambito della traduzione.

Un traduttore dedica anni di studio per prepararsi ad affrontare la propria carriera professionale.  Perfezionamento che non si ferma nemmeno al termine della vita accademica, ma che prosegue costantemente, nel corso di tutto il percorso lavorativo.

Un processo che comporta l’apprendimento di complesse nozioni in meccanica, tecnologia, diritto, finanza, economia e infiniti altri campi. Uno sforzo costante e prolungato, fondamentale per trasmettere con la dovuta precisione l’infinità di concetti specifici di siti web, pubblicazioni, manuali, opere letterarie e quant’altro.

Con l’obbligo, se non altro morale, di far si che i contenuti possano superare indenni l’ostacolo delle barriere linguistiche.

Tuttavia, non importa quanto profonde e variegate possano essere le competenze di un traduttore, alle fine si sentirà sempre domandare: “Quante lingue parli?”

Un quesito in apparenza “innocente” che, però, porta con un’idea. Cioè, che quella del traduttore sia una professione semplice, a basso tenore di stress. Il cui unico sforzo apparente sembrerebbe essere quello del dover voltare pagina di tanto in tanto.

Nessuno prova, nemmeno per un attimo, a mettersi nei panni di un traduttore che si arrovella per rendere al meglio qualche complicato, e ai più sconosciuto, manuale economico o scientifico.

La risposta alla precedente domanda potrebbe essere che un traduttore non parla lingue, ma parla scienza, parla economia, ecc.

Il problema, non viene esclusivamente dall’ingenuità di chi magari tenta di approcciarsi con un mondo, quello della traduzione, che non conosce e di cui non ha affatto una visione chiara.

L’ambito culturale in cui viviamo di certo non aiuta. Oggigiorno i traduttori sono guardati come una figura stranamente non estinta da decenni, ma destinata in ogni caso a tale fine. Condannata all’oblio dal perfezionamento dei sistemi di traduzione automatica.

Fulcro di questo errore, è l’idea arcaica e forviata che la traduzione riguardi solo il linguaggio, solo le parole.

Un concetto che si contraddice nella sua stessa essenza, poiché le parole sono dei “simboli”, unioni giustapposte di lettere, che manipoliamo per descrivere e dipingere il nostro mondo, per proiettare immagini che trasmettono un messaggio.

Ecco, ora, evidente il concetto chiave: traduttori non traducono lingue o parole. Traducono messaggi e immagini.

Nel mercato della traduzione commerciale attuale, questo significa che vengono trasposti i messaggi di persone spesso impegnate in attività molto settoriali e complicate.

La Torre di Babele, probabilmente non è mai stata così difficile da scalare e le imprese dei traduttori mai così complicate. Dall’altra parte, al contrario, il mondo non è stai mai così traboccante di traduttori inesperti. Molti, forse, in grado di capire e tradurre parole e lingue, ma pochi capaci di fare lo stesso con le immagini.

Per questo è fondamentale affidarsi esclusivamente ad agenzie che impongano ai loro traduttori i più alti livelli di competenza e qualità. Agenzie come Nexo Corporation che da sempre si avvale di traduttori madrelingua selezionai specificatamente per il proprio bagaglio di conoscenze specifiche

Contattaci e scopri cosa sono in grado di fare i nostri traduttori per te! 

Share:

ELENCO NEWS

17

MAG 2018

Perché un traduttore umano è migliore di una traduzione automatica

Quella del traduttore è una figura sottovalutata. Una visione distorta, oggi messa ancora più in discussione dall'evoluzione delle Machine Translation. Tuttavia, la creatività e la conoscenza della cultura restano peculiarità uniche e non emulabili.

Read More

10

MAG 2018

Come un servizio di interpretariato non professionale può distruggere il tuo evento in un batter d?occhio

Un evento ben organizzato regala la possibilità di vivere un?esperienza unica, capace di fissarsi tra i ricordi di una persona. Moltissime volte tra le curve della memoria si creano piacevoli legami anche con quelli che...

Read More

03

MAG 2018

La certificazione UNI EN ISO 17100

Tradurre è un processo complesso. La traduzione il risultato finale di un iter strutturato e la sua correttezza è il frutto di un?adeguata gestione del progetto. A dettare la corretta procedura dai seguire interviene la UNI EN ISO 17100...

Read More