Le lingue più parlate sul web e perché dovresti pensare di tradurre il tuo sito

Internet, un po’ per sua stessa definizione: World Wide Web, ragnatela intorno al mondo, è un mare magnum di lingue e linguaggi.

Con così tanti gerghi la domanda: “in quale lingua è più corretto tradurre o localizzare il mio sito web?” tormenta moltissime e variegate professionalità che dal web traggono il loro pane quotidiano.

Non solo e-commerce, come verrebbe subito da pensare, ma anche semplici siti vetrina che sono lo specchio sul mondo per molte attività. Un’immagine, senza la quale far conoscere la propria attività e magari trovare nuovi clienti sarebbe impresa assai più difficile.

 

Non solo l’inglese

Da sempre, com’è facilmente intuibile, il domino assoluto è stato a vantaggio dell’Inglese. Tuttavia, piano piano, questo monolite è stato leggermente scalfito. Oggi vi è una massiccia quantità di lingue che viaggiano sulle fibre ottiche di tutto globo.

Questa situazione, che potremmo definire: multilinguistica, sta rapidamente cambiando il modo in cui ci si approccia e in cui devono operare i siti web.

Le aziende, ma appunto anche le persone, stanno sempre più prendendo in considerazione la possibilità di tradurre i loro siti web.

La traduzione di un sito web è un’idea che, soprattutto nel 2018, dovrebbe essere seriamente presa in considerazione

 

I vantaggi di un sito multilingua

Ci sono molti vantaggi nel rendere accessibile e fruibile un sito in più di una lingua, molto dipende ovviamente dall’area geografica e dai mercati di riferimento.

A seconda del pubblico di destinazione e della portata sua stessa portata, un sito web potrebbe essere tradotto in una lingua piuttosto che in un’altra.

Ad esempio, un sito web in inglese rivolto al pubblico statunitense potrebbe tradurre il contenuto solo in spagnolo, data l’elevata percentuale di persone che parlano spagnolo sia nel mondo sia negli Stati Uniti.

In Europa lo storia si complica leggermente. Un sito italiano, destinato a consumatori e fruitori del vecchio continente, probabilmente necessiterà di traduzioni in più lingue: inglese, francese, tedesco, spagnolo.

 

Quando una semplice traduzione non basta

Inoltre, spesso la semplice traduzione del contenuto del sito Web in un'altra lingua non è sufficiente. Per molti mercati, la localizzazione è un aspetto essenziale, che consente di raggiungere un pubblico specifico che parla slang differenti della stessa lingua.

Esistono diversi tipi di Inglese e spagnolo in tutto il mondo e il portoghese parlato in Brasile rispetto a quello parlato in Portogallo e abbastanza differente.

Con questo in mente, uno sguardo alle 4 lingue più parlate dagli utenti del web può aiutare le aziende e a decidere dove concentrare gli sforzi di traduzione del proprio sito web.

  • Inglese

In base alle le statistiche è ancora la lingua più rappresentata online. L’inglese ha il 25,5% degli utenti di Internet in tutto il mondo, il che non è una sorpresa dato che è la lingua su cui il web è stato fondato.

  • Cinese

Il cinese è la lingua con la più rapida crescita nel mondo reale, così come in quello del web. Attualmente tale idioma orientale occupa il secondo posto con il 19,4% di utenti Internet che la utilizzano. Con una popolazione di circa 1 miliardo e mezzo e molti utenti che lo che stanno imparando, di sicuro il cinese merita un’attenzione particolare.

  • Spagnolo

Ci sono circa 500 milioni di persone che parlano spagnolo in tutto il mondo. Ciò significa che per rendere i contenuti accessibili a questi utenti, è d’obbligo tradurre o meglio localizzare il tuo sito web. Lo spagnolo, come il cinese, è una lingua che sta vedendo crescere il proprio impiego nel web.

  • Arabo

Fino a pochi anni fa, l’arabo non era presente nemmeno nella classifica delle 10 lingue più utilizzate su internet. Vero linguaggio di nicchia. Il boom di utilizzo di questa lingua è stato davvero impressionante e in un periodo brevissimo è arrivato a conquistare il quarto posto in questa speciale graduatoria. Quindi, potrebbe davvero valere la pensa di tradurre e localizzare il proprio sito in arabo.

 A seguire la classifica vede:

  • Indonesiano

  • Portoghese

  • Francese

  • Russo

  • Giapponese

  • Tedesco

(fonte: www.internetworldstats.com)

 

Concludendo

Tradurre e localizzare il proprio sito web è oggigiorno un aspetto importante e in certi casi imprescindibile per raggiungere nuovi pubblici specifici che parlano lingue diverse.

Se devi tradurre o localizzare il tuo sito web, contatta oggi Nexo Corporation e scopri come possiamo aiutarti a raggiungere nuovi mercati e maggiori opportunità di business.

Share:

ELENCO NEWS

17

MAG 2018

Perché un traduttore umano è migliore di una traduzione automatica

Quella del traduttore è una figura sottovalutata. Una visione distorta, oggi messa ancora più in discussione dall'evoluzione delle Machine Translation. Tuttavia, la creatività e la conoscenza della cultura restano peculiarità uniche e non emulabili.

Read More

10

MAG 2018

Come un servizio di interpretariato non professionale può distruggere il tuo evento in un batter d?occhio

Un evento ben organizzato regala la possibilità di vivere un?esperienza unica, capace di fissarsi tra i ricordi di una persona. Moltissime volte tra le curve della memoria si creano piacevoli legami anche con quelli che...

Read More

03

MAG 2018

La certificazione UNI EN ISO 17100

Tradurre è un processo complesso. La traduzione il risultato finale di un iter strutturato e la sua correttezza è il frutto di un?adeguata gestione del progetto. A dettare la corretta procedura dai seguire interviene la UNI EN ISO 17100...

Read More